printprintFacebook

IperCaforum il forum degli ipercafoni

New Thread
Reply
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook   Morto il grande fumettista Jean Giraud, noto come MoebiusLast Update: 3/11/2012 12:19 AM
OFFLINE
Email User Profile
Post: 2,369
Registered in: 7/31/2007
Gender: Male

Utente Power

[IMG]http://img1.freeforumzone.it/upload1/3981_faccinagranscassa.gif[/IMG]

3/11/2012 12:19 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Addio a Moebius, disegno' fantascienza
Colpi' da Besson a Fellini, ispiro' Blade Runner e Alien
Giorgio Gosetti

Non era solo un mito per gli amanti del "fumetto" Jean Giraud, in arte Moebius, il Michelangelo della matita che è scomparso oggi a 73 anni a Parigi dopo una lunga malattia. A rimpiangerlo c'é un'intera generazione di cineasti e artisti che per anni hanno inseguito il sogno di tradurne in immagini gli universi futuribili e sognanti. Il creatore di Metal Hurlant era prediletto di Federico Fellini che gli rese omaggio in Casanova dando il nome di Moebius a un misterioso entomologo. Lo venerava Alejandro Jodorovsky che con lui aveva sognato un adattamento della leggendaria saga fantascientifica "Dune" e lo stesso David Lynch se ne ricordò nella sua versione di quel libro. La parola Moebius ricorre - e non per caso - nei titoli di almeno dieci film di tutto il mondo, dall'Argentina all'Ungheria, dall'Italia all'America. E lo stesso Giappone dei manga, la factory di Miyazaki ha oggi diritto di piangerlo dal momento che Jiro Taniguchi a lui si rivolse per la realizzazione di Ikaru.

Quanto alla sua Francia poi, Jean Giraud - era nato a Nogent sur Marne, alle porte di Parigi l'8 maggio 1938 e 18 anni aveva iniziato a disegnare la sua prima striscia a fumetti, 'Frank e Jeremie' - è una autentica icona ed è certo merito di Luc Besson se il suoi universo appartiene oggi a numerose generazioni di appassionati. Lo Stato francese gli aveva assegnato numerosi riconoscimenti: nel 1985 l'allora ministro della Cultura Jack Lang lo aveva incoronato 'miglior artista delle arti grafiche', e il presidente Francois Mitterrand lo aveva insignito dell'Ordine delle arti e delle lettere; tre anni dopo, le Poste transalpine realizzarono un francobollo celebrativo della sua opera.

Quando nel 1997 vide la luce Il quinto elemento di Besson, chi conosceva le tavole di Moebius si sentì sprofondare in quel mondo e si può ben dire che la fantascienza mondiale cambiò volto, proprio come era accaduto dopo Alien di Ridley Scott, altro maestro dell'immaginario che fece appello alle atmosfere del disegnatore francese. I rapporti di Moebius col cinema sono però più indiretti che immediati, quasi come se vi fosse un pudore dell'artista per cimentarsi direttamente con un diverso linguaggio, quasi come se lo trattenesse un'istintiva gelosia nel mettere a disposizione le sue storie. Nel 1982 collaborò al film francese Les maitres du temps di René Laloux e nello stesso anno fu contattato dagli americani della Disney per Tron (in cui la sua impronta è evidentissima); nel 2004 fu profondamente deluso dall'adattamento americano della sua saga western Blueberry e anche il solo contatto con il guru del fumetto americano Stan Lee (per la graphic novel Parabola) rimase senza seguito. Lo pseudonimo 'Moebius' nacque nel 1963, quando Giraud iniziò a disegnare per il magazine satirico Hara-Kiri. Dopo un decennio di silenzio, nel 1975, lo utilizzerà per i lavori con tema fantascientifico e fantasy che gli daranno nuova fama internazionale, pubblicati dalla rivista Metal Hurlant, che lui stesso aveva creato.

Vi è una immaginazione lussureggiante, sospesa tra surrealismo e barocco post-moderno in Moebius, adatta agli effetti digitali della più moderna tecnologia ma tutta la sua carriera si è invece svolta in un tempo che poteva solo sognare sulla carta mondi e scenari oltre il possibile. Non a caso il suo migliore amico è stato Alejandro Yodorovsky e la più completa realizzazione dell'inventiva dei due rimane Incal che doveva essere un film ed è invece rimasto allo stadio di progetto. Moebius ha certamente ridisegnato i confini dell'immaginabile e per questo sarebbe limitativo dire che il cinema di fantascienza, da Blade Runner in poi gli deve molto.

Fonte: ANSA

_________________

[IMG]http://i44.tinypic.com/r9mzqe.jpg[/IMG]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:46 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com

IperCaforum il forum degli ipercafoni e delle ipercafone